La voce dell'Associazione

Gruppo Comunità e Decrescita

Il I febbraio 2020 a Bologna, la nostra Associazione organizzò un incontro con numerose altre Associazioni potenzialmente interessate ad un cambio dell’attuale insostenibile paradigma socioeconomico, partendo da una ipotesi di convergenza politica, cioè in grado di coniugare teoria critica e prassi sociale.  Dopo appena un mese siamo entrati nel tunnel del Covid ….. e tutto

Articoli

Decrescita e Buddhismo

di Gloria Germani Com’è noto, il termine  Decrescita  nasce  intorno al 2003 come slogan per  criticare radicalmente  l’idea di  crescita economica, insieme a quella dello “sviluppo sostenibile”. Non c’è dubbio che tali mantra irresistibili si sono propagati  per tutto il pianeta (con la globalizzazione) anche perché sono  legati a doppio filo all’immagine di progresso,di  evoluzione,

Conferenze Eventi

Verso Venezia 2022

10 anni dopo la Terza Conferenza Internazionale sulla decrescita, la sostenibilità ecologica e l’equità sociale, intendiamo coinvolgere una nuova rete di associazioni e istituzioni per promuovere un altro incontro a Venezia, di tre giornate, per fare il punto della situazione e per rilanciare idee e proposte concrete e per rendere visibile quel cambiamento profondo del

Articoli

Riflessioni sul 2022 di Helena Norbeg Hodge

Nella filosofia buddista del Ladakh, si dice che il tempo – come lo spazio – non ha inizio né fine; che è ciclico, non lineare. La nostra cultura, invece, è dominata dalla nozione diffusa di “progresso”: una marcia tecnologica verso un futuro sempre “migliore”. E’ l’ora di fare un pensiero radicale: il futuro sembrerà più

Articoli

Vivere bene su un pianeta finito: costruire un mondo della cura oltre la crescita

Executive Summary di Living well on a finite planet. Building a caring world beyond growth (The Commons Network). Traduzione a cura del Gruppo Internazionale Gran parte del nostro mondo è organizzato attorno all’imperativo della crescita economica, tanto che siamo arrivati ​​a crederci, come qualcosa al di sopra di ogni critica. L’incessante ricerca della crescita economica

Articoli

Decolonizzazione e decrescita

Di Claire Deschner ed Elliot Hurst. Traduzione di Gloria Germani Può la decrescita andare oltre i suoi schemi ed attitudini eurocentriche? È possibile un incontro con le pluralità decoloniali che alimentano la vita? Perché gli studiosi della decrescita usano la parola “decolonizzare” per discutere il processo di cambiamento dell’immaginario di crescita? La decolonizzazione non riguarda

Articoli

Nuovi saggi sulla decrescita

Nelle ultime settimane sono stati pubblicati numerosi saggi (in inglese) sulla decrescita: “Da “Lavoro dignitoso e crescita economica” a “Lavoro sostenibile e decrescita economica”: un nuovo quadro per l’SDG 8” di Halliki Kreinin e Ernest Aigner https://bit.ly/3D9Nwwk “L’avvertimento degli scienziati contro la società dello spreco” di Federico Demaria ed altri https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0048969721064378?via%3Dihub  Sfidare le visioni del

Scuole

“Saperi in transizione” 2022

Un Master all’Università di Parma per parlare finalmente di transizione con un’ottica differente. Giunto alla 2° edizione che si terrà a partire da gennaio 2022 presso l’Università di Parma, “Saperi in Transizione. Strumenti e pratiche per una cittadinanza ecologica e globale” è un master rivolto a chi è attivo in territori, associazioni, pubbliche amministrazioni, imprese

Articoli

Il rapporto IPCC e la COP26

In vista della COP26 a Glasgow, Alberto Castagnola ha ripreso e commentato il rapporto ai decisori politici degli scienziati che lavorano per l’IPCC, in una serie di articoli pubblicati su www.comune-info.net Il primo articolo “Senza appello” introduce il rapporto dell’IPCC che segnala con tutta evidenza che non è più il tempo di giocare col fuoco

Articoli

COP 26: Il collasso climatico nell’ottica della Decrescita

di Gloria Germani A pochi giorni dall’inizio della nuova (la XXVI) Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ci pare oltremodo opportuno allargare la discussione su alcune tematiche molto ampie (e forse scomode) che ci consentano davvero di afferrare la portata della crisi che stiamo vivendo. L’Homo sapiens ha circa 250.000 anni e nella storia

Persone

Serge Latouche

Serge Latouche (Vannes, 12 gennaio 1940) è un economista e filosofo francese. Professore emerito di Scienze Economiche all’Université d’Orsay, tra i principali animatori del Movimento antiutilitarista nelle scienze sociali e dalla “Revue du MAUSS”, presidente di “La ligne d’Horizon”. Specialista dei rapporti economici e culturali Nord-Sud e dell’epistemologia delle scienze sociali. Si definisce “objecteur de croissance” (obiettore di crescita), ed è uno dei principali sostenitori della “decrescita”. Ha pubblicato numerosi libri quasi tutti tradotti in italiano. Tra gli ultimi: La scommessa della decrescita, Feltrinelli, 2007; Breve trattato sulla decrescita serena, Bollati Boringhieri, 2008; Mondializzazione e decrescita, Dedalo, 2009; Il tempo della decrescita, Eleuthera 2011; Come si esce dalla società dei consumi, Bollati Boringhieri 2011; Limite, Bollati Boringhieri 2012; Incontri di un «obiettore di crescita», Jaca Book, 2013; Ellul. Contro il totalitarismo tecnico, Jaca Book, 2013; Castoriadis. L'autonomia radicale, Jaca Book, 2013; L'economia è una menzogna, Bollati Boringhieri 2014. Visualizza su Wikipedia