Scuola Estiva della Decrescita, Giovinazzo 2016.

Dal 7 al 11 settembre 2016

Lungomare Marina Italiana, 44-47, 70054 Giovinazzo BA, Italia
Indicazioni stradali

Una scuola estiva speciale.

 

Quest’anno la Scuola Estiva della Decrescita  si svolgerà a Giovinazzo (Ba) dal 7 al 11 settembre ed avrà come argomento principale:  “Di fronte alla crisi. Le economie sostenibili e lo sviluppo di reti di scambi e crediti mutuali”.
Si tratta di una scuola speciale per almeno quattro tipi di motivi:

    1. l’approccio adottato e i temi affrontati, ci si occuperà infatti  dei problemi principali incontrati nel mondo variegato delle economie solidali ed orientate socio – ecologicamente, sia da un punto di vista teorico che pratico;
    2. si svilupperà un’analisi dei principali modelli delle cosiddette monete alternative e si illustreranno le condizioni economiche, istituzionali e tecnico-informatiche utili a sviluppare reti di scambio e credito di tipo comunitario e senza denaro:
    3. il luogo in cui si svolge: Giovinazzo di Bari, a pochi metri da una suggestiva  insenatura, in cui sarà possibile fare il bagno godendo dell’acqua limpida e calda settembrina;
    4. il prezzo di iscrizione davvero speciale.

Il costo di iscrizione completo di pernottamento e di pasti per quattro giorni (cucina vegetariana con prodotti locali, e vegana su richiesta) è di 160 euro fino al 15 luglio o di 190 euro successivamente; per dettagli su luogo, modalità di iscrizione e programma completo vedi la presentazione in allegato.

I docenti/relatori sono competenti nei loro rispettivi campi, oltre che nelle tematiche delle economie solidali ed ecologiche, e in gran parte si rendono disponibili a condividere tutto il percorso formativo con gli iscritti, per l’intero periodo della scuola.

Per informazioni ed iscrizioni inviare una mail a scuolaestivadecrescita@gmail.com

TRA GLI ALTRI PARTECIPERANNO:

– Davide Biolghini, Nello De Padova, Maurizio Ruzzene
– Marco Deriu, Patty L’ Abbate, Ferruccio Nilia
– Ilio Amisano, Teodoro Criscione, Isa Giunta, Mario Coscarello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *