Articoli Recensioni

Un altro abitare: abitare la decrescita

Casa dolce casa. Di proprietà, in un quartiere per bene, col videocitofono e di giorno il portiere. Balcone, terrazzo, ma – osiamo! – un giardino col prato curato. Siepe, muretto e porta sicura per blindarsi al riparo da sguardi indiscreti a guardare qualcosa di discreto in tv. Posteggio comodo davanti al portone, box o posto

Articoli

Contributi di approfondimento scientifico sull’agricoltura biologica

Questo articolo, curato dal Gruppo di docenti per la Libertà della Scienza, offre una valutazione molto chiara e documentata dell’agricoltura biologica. Vi invitiamo a scaricarlo e leggerlo perché contiene elementi di conoscenza e argomentazione particolarmente importanti, soprattutto a fronte delle molte falsità che i mass media continuamente diffondono in materia di biologico: basta pensare alle recenti prese di posizione

Articoli

L’8 Dicembre a Torino in piazza contro il TAV e questo modello di sviluppo suicida

La linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione è l’emblema delle le grandi opere inutili e dannose che devastano il mondo. Un’opera segnata ormai da una clamorosa mole di documenti e dati che ne dimostrano l’assoluta inutilità e l’enorme danno ambientale e sociale. Basata su previsioni di traffico assolutamente divergenti dalle tendenze riscontrate nella realtà e

Articoli

Europa, è il momento di porre fine alla dipendenza dalla crescita – L’appello

Il 18 e 19 settembre si terrà al Parlamento Europeo di Bruxelles la prima Post-Growth Conference, organizzata da cinque gruppi parlamentari, dall’Università Libera di Bruxelles e da vari tra enti europei, sindacati e ONG, in risposta a una prima chiamata all’interno delle conferenze biennali su descrescita, sostenibilità ecologica ed equità sociale, che quest’anno festeggiano i

Articoli

Evidence-based science or science-based evidence? The GM crops between false myths and ecological systems

Ancora oggi vi è una sostanziale mancanza di prove consolidate sugli effetti ambientali delle colture geneticamente modificate (GM). Ciò è dovuto principalmente a una lunga serie di distorsioni che caratterizzano gran parte della produzione scientifica su questo argomento. Il risultato è che l’impatto reale delle colture GM resta in gran parte incompreso e persino negato a priori,